Fino a che punto, ora, il Pd si grillizzerà?

C’è una sproporzione enorme fra il M5s in parlamento, dove è la prima forza, e il resto del paese, come dimostra il voto in Emilia-Romagna e in Calabria, due regioni che per storia e motivi diversi erano state molto generose con i grillini. Il Pd si trova come alleato un partito spezzato e senza leadership (e tante altre cose che analizzeremo altrove). I voti dei Cinque stelle sono in libera uscita, la destinazione è ancora incerta. Ora resta da capire fino a che punto il Pd, che ha già piegato la propria agenda pubblica su tematiche care al M5s, è disponibile a spingersi e a grillizzarsi pur di prendere stabilmente quei voti.